News

Edo, l'app per avere un'alimentazione sana ed equilibrata

Per molte persone mantenere un corretto regime alimentare è un problema di non semplice soluzione. Al di là delle voglie di un individuo dal punto di vista alimentare, ciò che può arrecare più danni alla nostra salute riguarda l’ignoranza del consumatore medio nei confronti di ciò che ingerisce. Conoscere le proprietà degli alimenti che ingeriamo potrebbe aiutarci ad eliminare, o quantomeno diminuire, quegli alimenti che sono ricchi di grassi e di componenti potenzialmente dannose per il nostro fisico.

Non sarebbe bello avere sempre con sé un supporto che ci indichi cosa stiamo mangiando esattamente, per conoscere ogni tipo di cibo nelle sue proprietà per poter sapere, finalmente, se quel dato alimento può essere dannoso oppure no? Ebbene, ora abbiamo finalmente lo strumento adatto.

Ecco arrivare in nostro aiuto Edo App, l’applicazione che ci fa sapere cosa mangiamo davvero. Questa nuova app, disponibile per il download sia su App Store che sul Play Store, ci aiuterà a scoprire una volta per tutte quali siano gli elementi che le etichette sulle confezioni degli alimenti vengono opportunamente “nascosti” di volta in volta. In questo modo potremo sapere quali ingredienti compongono quel dato cibo in modo da avere una piena consapevolezza di ciò che ingeriamo. In questo modo, con la giusta attitudine personale e una buona dose di forza di volontà, possiamo salvaguardare la nostra salute con un’alimentazione sana ed equilibrata.

Edo è un’applicazione per smartphone totalmente gratuita che permette al consumatore di sapere cosa sta mangiando semplificando la lettura delle complesse etichette alimentari e creando un’informazione finalmente più fruibile a tutti.

L’app è stata creata con la supervisione della professoressa Bordoni, medico nutrizionista dell’Università di Bologna. Per avere tutte le informazioni necessarie sulle proprietà e l’uso di Edo App vi invitiamo a leggere il Manifesto dell’applicazione stessa.

Vincenzo Abate

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button