DominiHosting

Domini: nuovi TLD, interesse in crescita, bassa consapevolezza

In un nuovo report rilasciato dal Domain Name Association viene descritto come ci sia una grande crescita di interesse nei confronti delle nuove estensioni domini TLD, ma resta bassa la consapevolezza delle opportunità che esse consentono.

Questo report tende a delineare quelle che sono le nuove tendenze del web, ovviamente per quanto riguarda i domini. Come detto poc’anzi, nella relazione viene spiegato bene come gli utenti siano maggiormente propensi ad interessarsi ai nuovi gTLD, ma resta basso il grado di consapevolezza degli stessi nei riguardi delle opportunità.

Questo report è molto importante per poter chiarire e comprendere alcune cose, ad esempio che gli utenti passano molto tempo sul web digitando i nomi a dominio direttamente nella barra URL del browser o controllandone l’esattezza sui più importanti motori di ricerca.

Nel report viene fatto anche un discorso dal punto di vista di locazione geografica: le preferenze accordate ai nuovi TLD variano da paese in paese, citiamo come esempio gli Stati Uniti in cui circa il 14 percento degli intervistati si è detto più propenso a fare shopping online su un sito che utilizza un nuovo gTLD, mentre la percentuale sale al 20 percento per gli utenti del Regno Unito, 58 percento per quelli cinesi ecc.

Quasi il 60 percento degli intervistati ha dichiarato di voler più opzioni per scegliere i nomi a dominio e la media di questa percentuale ha beneficiato delle risposte rilevate nei mercati Internet in più rapida crescita, come la Cina. Nei paesi a già alta diffusione di Internet, l’interesse nei nuovi gTLD è vicino al 50 percento, indicando che dei mercati rilevanti per i nTLD fanno parte tutti i paesi, indipendentemente dal livello di sviluppo del Web.

La maggioranza degli intervistati ha detto che i nuovi TLD con combinazioni di nomenclature significative e brevi saranno più facili da ricordare.

Al di là del vantaggio di ricordare meglio i nomi a dominio, pare che i nuovi TLD passino agli utenti il messaggio per cui sono stati creati. Ad esempio, chiedendo agli utenti USA su quale sito fra quelli proposti sarebbero più propensi a pagare le fatture, oltre al .COM che ha registrato il 48 percento delle preferenze, il nuovo TLD .SECURE è stato indicato dal 35 percento degli intervistati, superando di circa 30 volte le preferenze sugli altri nuovi TLD indicati.

Bisogna però dire che restano alcuni dubbi in merito, visto che i risultati dati dal Domain Name Association sembra che vadano contro alcuni malumori del mercato riguardo ai nTLD appena rilasciati, argomento che abbiamo già trattato un po di tempo fa (clicca qui per saperne di più).

La possibilità di registrare domini con le nuove estensioni gTLD offre delle nuove prospettive per tutti coloro che vogliono mettersi in gioco e che decidono di avere una propria attività sul web. Le nuove estensioni ci consentono di usufruire di un ottimo indirizzo che faccia comprendere agli utenti del web la natura della nostra azienda o comunque della nostra attività.

Vincenzo Abate

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button