News

Boom della startup Xiaomi: vale 45 miliardi di dollari

Bisogna tenere d’occhio sul serio la crescita della società cinese Xiaomi, una startup che sta conoscendo un vero e proprio boom economico che promette di continuare. Una clamorosa impennata negli ultimi mesi che sta avvicinando la startup ai più grandi colossi mondiali.

Xiaomi ha annunciato di avere raccolto 1,1 miliardi di dollari di finanziamenti da parte degli investitori, portando quindi la sua valutazione a 45 miliardi di dollari e superando così Uber come startup tecnologia di maggior valore.

Un grandissimo successo per un’azienda cinese che negli ultimi anni si è affermata come il terzo più grande produttore mondiale di smartphone. L’obiettivo del prossimo anno è di vendere 100 milioni di smartphone.

Il progetto di Xiaomi è quello di conquistare tutti i mercati dopo aver sbaragliato la concorrenza in patria, seppur per l’arrivo in Europa e in America non sia previsto nell’immediato.

Appare comunque chiaro che il reale obiettivo di Xiaomi sia quello di arrivare presto ad essere in grado di combattere ad armi pari con colossi come Apple e Samsung, e se la crescita continuerà con questo ritmo potrebbe presto diventare uno scenario reale.

Per ora, Xiaomi si attesta come una realtà vincente nei mercati emergenti, spinto dalla produzione di telefoni e smartphone con specifiche di fascia media e prezzi molto concorrenziali.

L’unico precedente nella storia delle società più ricche, all’alba della quotazione, riguarda Facebook: nel 2011 arrivò ad avere una valutazione di 50 miliardi di dollari, grazie proprio agli investimenti privati. Stiamo parlando quindi di grandi numeri.

Vincenzo Abate

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button