News

Whooming, l’app che vi permette di scoprire il numero anonimo

Dite la verità, vi ha sempre dato fastidio ricevere telefonate da un numero anonimo, e la vostra curiosità di scoprire chi si cela dietro quella “maschera” vi ha tenuto svegli per un bel po. Ma esiste un modo per scoprire l’arcano? Si può risalire a chi abbia deciso di celarsi dietro il caldo e comodo cantuccio dell’anonimato. Ebbene, è possibile.

La soluzione migliore ci viene offerta da un’app, una piccola applicazione che risolverà il nostro piccolo problema. In questo modo, basta con il disturbo delle chiamate anonime. Cosa state aspettando? E’ arrivato il momento di scaricare Whooming. Si tratta di un’applicazione da poter utilizzare sia gratuitamente che a pagamento. Potete scaricare l’applicazione da qui.

Vediamo come poter utilizzare questa ottima app che ci risolverà molti problemi: come prima cosa, andiamo a registrarci sul sito di Whooming e creiamo un account. Fatto questo, andiamo ad inserire sul nostro smartphone il numero di telefono per deviare la chiamata. In questo modo, ogni volta che riceveremo una chiamata anonima, non dovremo far altro che respingerla al fine di far attivare il sistema e di conseguenza avere il numero.

Possiamo decidere di pagare e quindi ricevere un messaggio istantaneo al costo di 30 cent oppure collegarsi sul sito ufficiale di Whooming. Non ci saranno costi extra a meno che l’utente lo desideri e non vuole aspettare (di solito si deve attendere 24 h). Se non siamo fiduciosi potremo decidere di utilizzare il servizio per qualche periodo e successivamente eliminare il nostro profilo.

Per attivare Whooming basterà tener conto di questi numeri, a seconda dell’operatore:

  • **67*0694802015# ( TIM, Vodafone o Wind)
  • **67*0694802015*11# (clienti 3)
  • *22*0694802015# se vuoi attivare la deviazione delle chiamate su rete fissa

Quindi, che fare? Non perdete tempo… i molestatori anonimi hanno le ore contate, grazie a Whooming potremo far cadere il velo della segretezza.

Vincenzo Abate

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button