News

Instagram cancella milioni di account fasulli

Una vera e propria opera di repulisti, una “purga” in piena regola, una eliminazione sistematica di tutto ciò che appare nocivo al sistema. Utilizziamo queste espressioni colorite per riportare la decisione di Instagram (uno dei social più amati dai giovani) di rimuovere molti account falsi, un’iniziativa che ha portato all’eliminazione di migliaia e migliaia di account fasulli.

Instagram, il social di fotografia che sta riscuotendo sempre maggior successo ogni giorno che passa, ha così deciso di porre fine agli account falsi che intasano il social network stesso. Ecco che nei giorni scorsi Instagram ha deciso di dare il via all’eliminazione di tutti quei che corrispondevano a bot, oppure a utenti falsi, “impiantati” sul social per far crescere il seguito di star di ogni tipo.

Ed è proprio il mondo dorato delle star che questa iniziativa va a toccare da vicino. Con questa decisione di Instagram, infatti, i cosiddetti vip perdono molti dei propri seguaci. Il dubbio è che si tratti di spambot pagati (secondo alcune fonti, per 3.700 dollari si possono “comprare” un milione di follower) oppure semplici account spam. Che sia una strategia delle star per aumentare sempre di più il proprio seguito di fan. Non c’è risposta a tale quesito, ma ovviamente il dubbio permane.

L’opera di pulizia messa in atto da Instagram si è fatta sentire enormemente in termini numerici, visto che alla fine le star più seguite hanno perso anche due milioni di follower in poche ore, un vero e proprio crollo per individui che fanno della popolarità e del seguito numeroso dei fan la ragione stessa di vita.

E’ stata anche stilata una sorta di “classifica” che riporta gli account più colpiti: al primo posto c’è proprio quello  ufficiale di Instagram, seguito da tutti quei nomi che fanno parte del mondo dello spettacolo ma che quasi sempre fanno parlare di sé soprattutto per le notizie di gossip e per le fotografie hot pubblicate, pensiamo per esempio a Kim Kardashian Beyoncé.

Vincenzo Abate

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button