News

Google, Gmail bloccato da giorni in Cina

Venti di cyber-guerra tra le due grandi super potenze mondiali? Tensioni sul web sembrano montare tra gli Stati Uniti e la Cina, a discapito del periodo natalizio e dei buoni sentimenti che dovrebbe ispirare. Ovviamente tutto è da prendere con le pinze, ma i fatti nudi e crudi vanno riportati.

Sono diversi giorni ormai che il servizio di posta elettronica Gmail è diventato inaccessibile. L’email di Google ha registrato problemi tecnici per tutto il mese ma a partire da Santo Stefano gli utenti sono impossibilitati a inviare e visualizzare i propri messaggi.

Google stesso ha confermato nel suo Transparency Report che il traffico del proprio servizio di posta è crollato nell’ultimo periodo. Ma chi c’è dietro questo clamoroso blocco del servizio di Big G? Ascoltando alcune indiscrezioni, sembra che dietro questa censura a Gmail ci sia addirittura Governo cinese. Ipotesi grave che, ovviamente, Pechino ha immediatamente respinto e rispedito al mittente.

Esiste un gruppo che monitora la censura cinese del web, di nome Greatfire.org, secondo cui la causa di questo blocco sarebbe il Great Firewall, il sistema cinese per la sorveglianza di internet.

C’è da dire che l’accesso diretto a Gmail è bloccato in Cina da circa 6 mesi, ma gli utenti finora avevano potuto collegarsi con Outlook e Mail mentre ora, secondo i dati di Google, il servizio di Gmail negli ultimi giorni risulta praticamente azzerato.

Ora come ora, per chi in Cina vuole effettuare ricerche con Google, l’accesso a Gmail  potrebbe avvenire usando un sistema che aggira il Great Firewall, ad esempio attraverso una rete di telecomunicazioni privata.

Vincenzo Abate

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button