News

Apple accusata di plagio da un produttore cinese

Ci risiamo, riecco puntuali le polemiche che coinvolgono sempre in qualche modo il nome di Apple. La casa di Cupertino, ormai abituata a ricevere attacchi di questo genere continuamente e da tutte le zone del mondo. La notizia è stata riportata dal portale Macworld.

Secondo quanto scritto dal portale, Apple questa volta sarebbe stata accusata di aver addirittura copiato il design dei nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus da un altro produttore cinese. L’azienda cinese Digione avrebbe infatti denunciato Apple perché rivendita la paternità del design utilizzato da Cupertino per produrre i nuovi smartphone, mostrato un brevetto registrato la scorsa estate all’ufficio per la proprietà intellettuale cinese.

Difficile dire questa volta se la ragione sia dalla parte di chi muove l’accusa nei confronti della società di Steve Jobs o se anche questa volta la casa di Cupertino si ritrova a dover affrontare accuse infamanti, volte a minare la credibilità dell’azienda stessa.

Effettivamente, lo smartphone realizzato dall’azienda cinese Digione ricorda molto il design dell’attuale iPhone: si presenta con un display da 5,5 pollici e sistema operativo Android. Ma ci sono anche alcune differenze tra lo smartphone dell’azienda cinese e l’iPhone 6, partire dal prezzo low cost (in vendita a 130 dollari) e lo spessore più elevato con il flash della fotocamera che ha una posizione differente rispetto all’originale iPhone.

Queste differenze dovrebbero segnare la prova del fatto che l’accusa mossa ad Apple sia priva di fondamento. Nonostante l’azienda cinese abbia registrato il brevetto per il design di questo smartphone prima della presentazione ufficiale del nuovo iPhone, bisogna dire che il design di questo smartphone low cost cinese è uguale ai tanti mockup e concept che circolavano per la rete fin dai primi mesi del 2014. Quindi sembra che non ci siano proprio i presupposti per giustificare questa accusa proveniente dalla CIna.

Secondo il parere di alcuni esperti occidentali, è facile che l’azienda Digione abbia voluto cavalcare l’onda del successo dell’iPhone promuovendo il dispositivo cinese attraverso questa particolare azione che comunque porterà Apple in tribunale. Abile mossa pubblicitaria o giusta accusa per un plagio bello e buono, vedremo come si pronuncerà la giustizia su questa storia.

Vincenzo Abate

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button