Tutorial

Metodi per aggiornare Google Chrome su Windows e Mac

Tra tutti i browser utilizzati sul web, uno dei più famosi è senza dubbio Google Chrome. Questo ruolo di primo piano del browser di Google non è casuale, ma è figlio di una qualità eccelsa per quanto riguarda il servizio reso che lo rendono, ancora oggi, difficilmente comparabile con le prestazioni della concorrenza, come Explorer o Firefox. Teniamo bene in conto, però, che non stiamo parlando di qualcosa di “perfetto”, capita infatti di riscontrare a volte dei malfunzionamenti o dei disservizi che allontanano le persone da Chrome, stufe di dover affrontare queste fastidiose perdite di tempo. Ciò che però dovete tenere ben presente è che, se cambiate browser, vi ritroverete sempre ad affrontare le stesse problematiche. Perciò, invece di abbandonare Chrome, possiamo cercare di migliorare le sue prestazioni effettuando un aggiornamento.

Vediamo quindi come aggiornare Google Chrome, sia su Windows che su Mac.

Per quanto riguarda Windows, la procedura standard per aggiornare manualmente Chrome consiste nell’andare a cliccare su Menu e selezionare la voce Informazioni su Google Chrome. Se ci sono nuove versioni del browser disponibili (e funziona tutto a dovere), vengono scaricati i file necessari all’aggiornamento e sullo schermo compare il pulsante Riavvia che consente al software di riavviarsi per applicare l’update.

Alcune volte, però, capita che Chrome non provvede a scaricare gli update come da prassi, perciò a quel punto tocca a noi cercare di risolvere il problema. Per far ciò possiamo mettere in atto un paio di procedimenti:

  • Apriamo l’utility di Gestione Attività e terminiamo questi processi: GoogleUpdate.exe, GoogleUpdateOnDemand.exe, GoogleCrashHandler.exe. Fatto questo, riavviamo Chrome e controlliamo lo stato dell’aggiornamento.
  • Il secondo procedimento consiste nel seguire questa “strada”: Pannello di controllo > Sistema e sicurezza > Windows Firewall, cliccate sul pulsante Consenti app o funzionalità attraverso Windows Firewall o su Aggiungi programma nella scheda Eccezioni e selezionate il seguente file “C:/Program Files (x86) /Google/Update/GoogleUpdate.exe

Ora vediamo invece come effettuare l’aggiornamento su un Mac.

Anche per quanto riguarda il Mac, per controllare la disponibilità di aggiornamenti per Chrome bisogna cliccare su Menu e selezionare la voce Informazioni su Google Chrome. Sottolineiamo la presenza del pulsante Imposta aggiornamenti automatici per tutti gli utenti che permette di impostare l’aggiornamento automatico del browser per tutti gli utenti di OS X.

Se però l’applicazione non si aggiorna, dobbiamo attuare una qualche procedura per far si che si raggiunga il nostro scopo. Vediamo quindi come reinstallare il servizio Google Software Update che gestisce gli aggiornamenti di Chrome.

Apriamo il Terminale e diamo i comandi che seguono:

~/Library/Google/GoogleSoftwareUpdate/GoogleSoftwareUpdate.bundle/Contents/Resources/GoogleSoftwareUpdateAgent.app/Contents/Resources/install.py –uninstall

/Library/Google/GoogleSoftwareUpdate/GoogleSoftwareUpdate.bundle/Contents/Resources/GoogleSoftwareUpdateAgent.app/Contents/Resources/install.py –uninstall

Ora scarichiamo Google Software Update (scarica da qui) ed apriamo il pacchetto googlesoftwareupdate.dmg, lanciamo il file GoogleSoftwareUpdate.pkg e seguiamo le istruzioni su schermo.

Vincenzo Abate

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button