News

Google insiste sul cloud

Nonostante le società concorrenti (leggi Apple) hanno subito alcuni attacchi che hanno messo un po in dubbio l’effettiva sicurezza ed efficacia del cloud, Google non desiste dai suoi progetti e prosegue col rafforzamento nel cloud, la nuvola in cui archiviare documenti da computer, smartphone e tablet, di cui ormai di parla tanto. Dopo aver acquisito Stackdriver e Sync, la compagnia ha rilevato Firebase, società Usa che da tre anni offre agli sviluppatori una piattaforma per creare in modo semplice applicazioni e servizi, mobili e web, che archiviano e sincronizzano i dati in tempo reale. Questa manovra ha l’obiettivo di integrare Firebase nella Google Cloud Platform. Per avere comunque ulteriori dettagli in proposito dovremmo attendere la conferenza ufficiale fissata per i primi di novembre.

A cosa porterà questa nuova combinazione, o per meglio dire fusione messa in atto dalla società di Mountain View? La risposta viene fornita dalla stessa Google sul suo blog ufficiale, nella quale viene sottolineato come combinando il Cloud Platform con Firebase si darà vita alla migliore piattaforma end-to-end per lo sviluppo di applicazioni mobili.

L’annuncio è stato dato anche dal ceo e cofondatore di Firebase, James Tamplin, che ha comunque rassicurato gli attuali utenti promettendo che la società continuerà ad essere indipendente e che i servizi dell’azienda saranno ancora a disposizione degli sviluppatori per creare app sia sul sistema operativo Android di Google che sull’iOS di Apple, oltre che per il web.

Tags
Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button