TutorialWeb Marketing

Google Pigeon : la parola al Piccione per la Local Search

Nel 2002 Google introdusse il PigeonRank, un sistema di ranking basato sul analisi effettuate da piccioni. Ovviamente era un pesce d’aprile.

Oggi il nome è stato riproposto dal Team di Search Engine Land per indicare il nuovo algoritmo che influenzerà le ricerche Locali.

Dalle dichiarazioni di Google il nuovo algoritmo (non ancora disponibile in italia) “include centinaia di segnali già utilizzati per la ricerca web, assieme ad altri elementi come il Knowledge Graph, la correzione ortografica, i sinonimi, e altro ancora”.

Negli Stati Uniti Cyrus Shepard e Pete Meyers (di Moz.com) hanno rilevato che: “su 10.000 parole chiave tracciate da MozCast, 5.000 sono localizzate (in 5 aree metropolitane). Nella mattinata del 24 Luglio, 560 su 5.000 (il 11,2%) mostravano i risultati nel formato “Local Pack”. Il 25 Luglio, solo 212 su 5.000 (il 4,2%) mostravano questa tipologia di risultati: circa il 60% in meno in un solo giorno”.

Inoltre secondo quanto indicato da Blumenthal, il raggio d’azione rispetto alle ricerche effettuate dagli utenti è ora notevolmente ridotto. L’obiettivo di questa operazione potrebbe essere di fornire risultati più vicini geograficamente all’utente che ha effettuato la ricerca.

Inoltre, sembra sia stata offerta maggior visibilità alle directory locali quindi il consiglio che possiamo darvi è di assicurarvi che la vostra attività sia presente su tripadvisor, urbanspoon e appunto Yelp.
Ti ricordiamo inoltre che uno dei fattori discriminanti per Google ma anche per i tuoi utenti è la velocità di caricamento del sito; siti veloci sono meglio visti e più facilmente usabili rispetto a siti lenti.
Per raggiungere elevati standard di velocità Keliweb mette a disposizione i Servizi Hosting Cloud e CDN (Content Delivery Network).

Se ti interessa approfondire l’argomento puoi guardare un articolo completo qua.

Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button