ServerTutorial

Monitorare Traffico di Rete da Shell Linux e Unix

Se hai un VPS o un Server è sempre bene avere sott’occhio tutte le risorse allocate e come vengono gestite.
Una delle principali e più costose risorse del nostro server o vps è senza ombra di dubbio il traffico di rete che ci permette sia di capire quanto movimentino i nostri utenti sia di verificare cosa fa effettivamente il nostro server. Inoltre il traffico di rete raramente è illimitato e il suo costo tende ad essere molto elevato.

Oggi vi spiegheremo come installare un’utile app per monitorare il traffico di e l’uso della banda in tempo reale passando tramite la shell del vostro server o vps.
L’app che andremo a installare ci permetterà di visualizzare il traffico in ingresso e in uscita usando due grafici e ci mostrerà informazioni addizionali come la quantità totale di dati trasferiti e il minimo e massimo di banda usata.

1a) installare nload sul tuo Linux (CentOS / RHEL / Red Hat / Fedora)

Prima di tutto accendere EPEL repo sui sistemi basati su CentOS o RHEL.
Inserite il seguente comando yum per installare nload:

# yum install nload

1b) installare nload sul tuo Linux (Debian o Ubuntu)

Inserire il seguente comando apt-get:

$ sudo apt-get install nload

1c) installare nload sul tuo sistema FreeBSD

Per installare nload tramite port scrivere:

# cd /usr/ports/net/nload/ && make install clean

oppure aggiungere il package

# pkg install net/nload

1d) installare nload sul tuo sistema OpenBSD

Inserire il seguente comando:

$ sudo pkg_add -i nload

1e) installare nload usando un codice sorgente su un sistema Unix-like

Prima di tutto scaricare il codice sorgente usando il comando “wget” o “curl”

$ cd /tmp

$ wget http://www.roland-rigel.de/nload/nload-0.7.4.tar.gz

Per decomprimere il file tar usare il comando:

$ tar xvf nload-0.7.4.tar.gz

Entrare nella directory dove è posizionato il nload source code con il comando cd:

$ cd nload*

e scrivere ./configure per condifurare il codice sorgente necessario:

 $ sh .configure

oppure

$ .configure

Attendere la configurazione del programma. Scrivere il comando make per compilare:

$ make

A questo punto sarà possibile scrivere make install per installare nload e i relativi file

$ sudo make install

oppure

#make install

 

Come usare nload per visualizzare l’uso corrente della rete?

la sintassi base per attivare il software è la seguente:

 nload

nload device

nload [option] device1 device2

ad esempio:

$ nload

$ nload eth0

$ nload em0 emo2

Esempio di risposta possibile:

nload-command-linux-unix-screenshot-output

 

Controllare l’app nload

Appena eseguito il comando nload inizierà a monitorare la rete e i dispositivi collegati.
E’ possibile modificare i parametri di nload con i seguenti comandi da tastiera:

1) e’ possibile switchare tra i vari dispositivi premendo le frecce sinistra, destra or il tasto Enter/Tab

2) premere F2 per mostrare il menu delle opzioni

3) premere F5 per salvare i settaggi correnti nel file config.

4) premere F6 per ricaricare i settaggli del file config.

5) premere q or Ctrl+c per chiudere il programma.

 

Settare l’intervallo di refresh dello schermo

Il valore di default per refresh delle schermate è di 100 millisecondi.
E’ possibile aumentarlo o incrementarlo a piacere.
Ad esempio se vogliamo portarlo a 300 millisecondi:

$ nload -t {interval_number_in_millisec}

$ nload-t 500

Esempio di risultato:

 

Demo Monitor Traffico di rete

Settare l’unità di misura da mostrare:

La sintassi da aggiungere è:

$ nload -u h|H|b|B|k|K|m|M|g|G

$ nload -U h|H|b|B|k|K|m|M|g|G

$ nload -u h

$ nload -u G

$ nload -U G

negli esempi:

  • l’opzione -u indica i dati nel formato /s :h sta per leggibi per gli utenti, b per Bit/s, k per kBit/s, m per MBit/s e g per G/Bit/s. Le Lettere maiuscole forniscono i dati in Bytes. Di default l’app fornire i dati in k.
  • l’opzione -U è la stessa ma la quantità di dati, ad esempio Bit, kByte, GBit. The Default is M.

 

Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button