Tutorial

8 modi per rendere più veloce Mac OS X

Il vostro Mac è lento? Per quanto sia una circostanza remota in certi casi può capitare: cosa fare in questi casi? I motivi possono essere vari, ma di solito dipende da un sovraccarico di risorse (RAM, CPU, ma anche hard disk) da parte di determinate applicazioni.

I seguenti suggerimenti sono più generali possibile e, di fatto, si adattano a qualsiasi versione di OS X; è necessario comunque fare molta attenzione a come vengono attuati, soprattutto nel caso in cui la loro attuazione richieda la password di amministrazione.

  1. Disabilitare le anteprime del Finder: aprire una finestra del finder, nel menù in alto selezionate [VISTA – MOSTRA OPZIONI VISTA], a questo punto deselezionare la voce [MOSTRA ANTEPRIMA ICONA].
  2. Se SpotLight è abilitato per indicizzare i file nel sistema, è bene lasciarlo finire: l’operazione potrebbe richiedere diversi minuti ed avviene periodicamente, per accorgersi se sia attivo o meno basta cliccare sulla lente di ingrandimento e verificare che non appaia la scritta “Indicizzazione in corso“. Per ridurre i tempi è bene, inoltre, seguire il suggerimento riportato al punto 4.
  3. Aprite le impostazioni all’interno di “Preferenze di sistema” alla voce “Utenti e gruppi“: cliccate ora su “Elementi login” ed eliminate le voci della lista superflue: esse non solo altro che i programmi che partono automaticamente all’avvio. Prima di procedere con questa operazione assicuratevi sempre di avere sbloccato il lucchetto in basso a sinistra della finestra [UTENTI E GRUPPI], altrimenti ogni modifica che andrete ad apportare non sarà salvata dal sistema.
  4. Eliminate dal disco i file molto grandi, accertandovi di lasciare almeno un 5-6% della capienza complessiva del disco per cache e memoria virtuale: questo eviterà rallentamenti improvvisi nel Finder. Fate molta attenzione che programmi come iMovie tendono, in molti casi, ad occupare molto spazio su disco per ogni singolo progetto video.
  5. Limitate il numero di cartelle ed icone all’interno del desktop, in modo tale da velocizzare il caricamento del sistema operativo all’avvio.
  6. Riparate i permessi periodicamente lanciando “Utility Disco” e dopo aver selezionato l’hard disk in basso troverete 2 pulsanti “Verifica Permessi disco” e “Ripara Permessi del disco”, da eseguire consequenzialmente.
  7. Aprire “Monitoraggio attività” per verificare che le risorse non siano sature, e se qualche processo le occupa senza motivo eliminarlo dalla lista. In generale per liberare la memoria, potrete scaricare una delle qualsiasi App presenti nello Store oppure, aprire il terminale e scrivere purge, comando che pulirà la RAM riallocandola.
  8. Evitate, in linea generale, di utilizzare software poco noto che non provenga dall’app store ufficiale, in quanto molti software open source non sono necessariamente supportati e possono portare, in certi casi, a comportamenti imprevisti.

L’efficacia di questo genere di azioni è proporzionata, ovviamente, anche al fatto di effettuare le operazioni periodicamente.

Mostra altro

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Back to top button