Verifica la disponibilità e registra subito il tuo dominio internet.
Home » Tutorial » Backup di WordPress: guida completa (database + file)

Backup di WordPress: guida completa (database + file)

In questo tutorial vedremo una procedura semplice e pratica per effettuare una copia in locale del proprio sito in WordPress.

Effettuare un backup dei file

In primo luogo è necessario copiare tutti i file contenuti all’interno del proprio sito: per fare questo è possibile seguire due strade alternative. La prima consiste nell’utilizzare FTP per scaricare l’intera cartella root del sito, ma questa procedura può richiedere molto tempo e consumare parecchia banda presso l’hosting su cui vi trovate. Per questo motivo è adeguata esclusivamente per i siti in WordPress non molto grandi: ad ogni modo se vi collegate con il vostro client FTP (ad es. FileZilla) al vostro sito, scaricate la cartella /www (se avete solo un sito ospitato presso il server) oppure quella associata al vostro sito all’interno di /www (ad es. /www/miosito.it). E’ importante, inoltre, quando si installa un sito in WP inserire un nome della cartella che sia facile da ricordare, in modo che l’associazione con la locazione corretta del blog sul filesystem sia immediata in caso di necessità. Su alcuni hosting è attivo l’alias /public_html al posto del suddetto /www, e le considerazioni fatte valgono in ogni caso.

Schermata 2013-05-06 alle 18.38.23Il secondo metodo per copiare tutti i file è quello di accedere al cPanel, e successivamente selezionare il File Manager: all’interno di esso avrete accesso alla cartella come se utilizzaste FTP, con la differenza che potrete comprimere il vostro file (vedi figura) e successivamente scaricare un file .ZIP da scompattare – sempre con la stessa applicazione web – in caso di necessità. Di seguito si riportano un paio di screenshot esemplificativi della procedura.

Di seguito vengono elencate alcune cartelle contenute all’interno di un server di hosting: in molti casi il nome della stessa dovrebbe essere auto-esplicativo del nome del sito.

Schermata 2013-05-06 alle 18.41.17

Dopo aver selezionato la riga corrispondente alla cartella del sito, sarà necessario cliccare sull’icona “Compress” in alto a destra.

Schermata 2013-05-06 alle 18.45.29In questo modo avremo un file .ZIP con lo stesso nome della cartella da poter scaricare e conservare. Nota: il ripristino del database avverrà, qualora diventi necessario, effettuando l’upload del file in questione via FTP, aprendo nuovamente il File Manager e cliccando su “Extract” dopo aver selezionato il file (la cartella verrà creata in modo automatico).

Effettuare un backup (dump) del database

Il database è probabilmente la parte più importante del vostro sito in WordPress in quanto contiene materialmente tutti i post che avete scritto: per effettuare una copia, detta in gergo “dump“, dovrete accedere al cPanel e cliccare sull’icona di PHPMyAdmin.

Schermata 2013-05-06 alle 18.50.10

Aprendo l’applicazione per la gestione dei database dovremo individuare quello che viene utilizzato dal sito in WordPress, selezionarlo e successivamente cliccare su “Esporta“.

Schermata 2013-05-06 alle 18.52.07

A questo punto nella maggioranza dei casi basta cliccare su “Esegui” avendo cura di aver selezionato l’opzione “Rapido – mostra solo le opzioni minime” e nella casella successiva “SQL“.

Cliccando sul bottone in questione scaricherete il dump desiderato, che potrete custodire assieme al file ZIP precedente su un DVD oppure in un file storage cloud a vostro piacere. Nota: per ripristinare il database dal menù precedente bisogna accedere nuovamente a PHPMyAdmin e selezionare “Importa“, per poi cliccare su “Sfoglia” e scegliere il file in questione, confermando la scelta mediante il bottone “Esegui” in basso (le opzioni varie possono essere lasciate così come sono nella maggioranza dei casi).

Schermata 2013-05-06 alle 18.55.50

Ricordiamo che copia dei propri siti in WP è un’operazione fondamentale, anche se apparentemente inutile, per ripristinare la versione più recente possibile dei propri articoli e pagine: se non si effettua in modo frequente, e se non si ordinano adeguatamente le copie, il rischio è quello di ritrovarsi senza sito da un giorno all’altro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rispondi