Home » Domini » Il grande successo dei domini .IT: 3 milioni di estensioni registrate!
domini it estensioni registrate

Il grande successo dei domini .IT: 3 milioni di estensioni registrate!

keliweb
Scopri le nostre offerte: Server dedicato

Il 2017 è iniziato da pochi giorni ma ancora resta l’eco dell’anno appena concluso, un 2016 che è stato molto importante per diversi settori del business. Soprattutto, il 2016 è stato un anno di boom per i domini .IT, l’estensione italiana per eccellenza che sta conoscendo un momento d’oro.

Secondo quelli che sono i dati forniti nello scorso mese di dicembre da Registro.it, i domini .IT hanno raggiunto l’incredibile cifra di 3 milioni di estensioni registrate, una cifra davvero incredibile per quella che rappresenta in senso assoluto un vanto per il nostro paese da un punto di vista informatico e di business online.

Si tratta di una crescita esponenziale di un vero e proprio marchio italiano che fotografa un sviluppo di un settore, quello informatico, ancora non del tutto completato nel nostro paese visto che secondo le statistiche esiste ancora un abbondante 30% di micro imprese a non avere nemmeno un dominio web.

Hai bisogno di un hosting dedicato?
Con una macchina dedicata potrai disporre del massimo della potenza e flessibilità per le tue applicazioni web: in vendita a partire da soli 9,90 € al mese

Se quindi da una parte dobbiamo registrare una situazione ancora abbastanza arretrata, con tante (troppe) società che ancora non hanno compreso l’importanza della presenza sul web per scopi di marketing, dall’altra bisogna mettere in evidenza quella che comunque è stata una crescita di tutto rispetto che può essere fotografata attraverso date ben precise:

  • Il web italiano “nasce” all’incirca 30 anni fa.
  • La soglia del primo milione di estensioni registrate per il .IT è stata raggiunta nel 2005.
  • La soglie dei due milioni di estensioni .IT è arrivata nel 2010.

Il 2016 è stato l’anno del raggiungimento della soglia dei 3 milioni, una soglia che rappresenta un vanto certo ma che deve far parte del processo di crescita che, si spera, aumenterà sempre di più portando la totalità delle aziende italiane a comprendere come la registrazione dominio sia il primo passo necessario da affrontare per lanciare la propria attività sul web.

Con il raggiungimento di questa soglie, l’italia ottiene grandi posizionamenti nelle scale di domini registrati in giro per il mondo: raggiunto il sesto posto in Europa e il nono in tutto il mondo per i Country code top level domain.

Questo il commento del direttore di Registro.it:

“Il dominio .IT conosce una costante crescita che, nel tempo, lo ha fatto preferire ad altre estensioni, e ciò è dovuto alla consapevolezza della necessità di un marchio distintivo Made in Italy anche per quel mercato globale ed altamente competitivo che è la Rete.”

hosting con certificato ssl gratis

Nonostante però il tono trionfale, lo stesso direttore Domenico Laforenza non esita a mettere in evidenza come la situazione nel nostro paese sia ancora distante dal ritenersi completa in ambito aziendale, mettendo in risalto come ci sia ancora “molto da lavorare perché resta ancora modesta nel nostro Paese la consapevolezza dell’importanza di avere un nome a dominio”.

Aspettiamo quindi che nei prossimi anni anche tutte le altre microimprese comprendano l’importanza di portare il proprio lavoro sul web, l’unico modo per portarsi alla pari dei competitor e per non rimanere indietro con il rischio di andare incontro a un inevitabile fallimento.

Non solo i domini web, secondo quelle che sono le stime messe in evidenza di come sia ancora il 27% delle microimprese italiane a utilizzare Facebook per scopi professionali, con tantissime società che non hanno nemmeno una pagina aziendale sul leader dei Social Media.

Come detto in precedenza, da una parte possiamo essere tutti quanti orgogliosi perché il raggiungimento di quota 3 milioni di estensioni dominio .IT registrate è un qualcosa di unico e importante per il nostro paese, dall’altra bisogna avere la consapevolezza che le cose possono e devono ancora migliorare molto.

Si tratta di un naturale processo di crescita che è ancora all’inizio, con la certezza che un domani si toccheranno numeri ancora più interessanti, specchio di una nazione che vuole crescere in ogni settore.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rispondi